I LINGUAGGI DELL’ARTE A FIRENZE

I LINGUAGGI DELL’ARTE A FIRENZE

Sabato 25 luglio, presso la Roccart Gallery di Firenze, si è tenuto il vernissage della collettiva a numero chiuso sui linguaggi dell’arte, curata dal critico d’arte Pasquale Di Matteo.

di Pasquale Di Matteo

Firenze. Sono le ore diciassette quando Fabio Rocca introduce l’evento, parlando delle difficoltà, ma anche della tenacia grazie alla quale è stato possibile realizzare una mostra di due settimane in un periodo che definire difficile è un eufemismo.

Rocca ha poi lasciato la parola al critico e curatore Pasquale Di Matteo. Le prime battute sono state di elogio per l’ottimo lavoro svolto dal giovane Rocca.

“Ho avuto contatti con diverse gallerie in Italia e all’estero. Quelle non mancano di certo. I galleristi seri, invece, è un po’ più problematico individuarli. Fabio Rocca è uno di quelli con cui mi piace collaborare proprio perché è serio e affidabile.”

Successivamente, il critico ha spiegato il perché di una mostra sui linguaggi.

“Il linguaggio è fondamentale per comunicare. E, poiché l’arte è comunicazione, la scelta dei codici d’espressione utilizzati da un artista lo caratterizzano, rendendolo unico. Ovviamente, va da sé che per essere artisti sia indispensabile avere un messaggio da trasmettere, altrimenti un’opera sarà solo dimostrazione di tecnica o esercizio…”

“…Oggi più che mai, la nostra società ha bisogno di artisti capaci di sviscerare il presente, di raccontare ciò che sta oltre l’immagine, dietro all’apparenza della propaganda, dentro la notizia. Proprio come i grandi artisti del secolo scorso smascherarono i dispotismi che infuocarono l’Europa.”

Dopo questa prima parte svolta davanti all’ingresso della galleria perché il pubblico intervenuto era troppo numeroso per poter rispettare le norme anti assembramento nelle sale interne, Pasquale Di Matteo ha presentato ciascuno dei nove artisti in esposizione, criticandone opere ed espressione. Ai quattro pittori intervenuti, ha consegnato anche gli attestati e le critiche.

Intanto, la galleria è rimasta aperta per permettere ingressi scaglionati al pubblico e agli appassionati accorsi all’evento.

I nove artisti in esposizione sono: Gina Fortunato; Teresa De Sio; Maria Paola Mei; Liliia Kaluzhyna; Muriel Villa; Massimo Bionda; Francesca Kiara; Massimiliano Sciuccati e Francesco Buscaini.

Per approfondire il loro profilo artistico, leggi qui.

Il suggestivo evento si è concluso intorno alle diciannove e trenta.

La mostra collettiva sarà visitabile dal pubblico ancora fino al 2 agosto, secondo le aperture della Roccart Gallery: da martedì a sabato, dalle 11:30 alle 19:30.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...